martedì 12 febbraio 2008

Scontri "Veneti"

Quattro tifosi del Verona sono stati arrestati dalla polizia lagunare per resistenza e oltraggio, dopo una zuffa con i supporter del Venezia, poco prima del fischio di inizio dell’incontro di C1 che opponeva i veneziani agli scaligeri. Un quinto tifoso veronese, minorenne, è stato affidato ai genitori. Nel corso della lite, uno dei supporter scaligeri arrestati ha riportato una ferita guaribile in otto giorni. I cinque erano già stati oggetto in passato di provvedimenti di divieto dall’ingresso agli stadi. È il bilancio degli scontri tra opposte tifoserie avvenuto prima dell’inizio del derby veneto tra Venezia e Verona in programma ieri pomeriggio allo stadio Sant’Elena. La questura di Venezia e le altre forze dell’ordine impegnate nella gestione dell’ordine pubblico a Sant’Elena erano preparate a dovere. Sapevano che quella di ieri era una partita contrassegnata dal bollino rosso. È' infatti di vecchia data la rivalità calcistica tra le tifoserie veronesi e veneziane e il derby a Sant’Elena era di conseguenza un match a rischio. Gia’ in passato la tifoseria scaligera si era resa protagonista di assalti ai bar frequentati dalla tifoseria neroverde. Il servizio d’ordine, con decine di agenti di polizia e carabinieri, ha permesso di evitare che la situazione degenerasse. I tafferugli tra ultras si sono verificati prima dell’inizio del fischio iniziale. Due in particolare gli episodi: alla trattoria Alla Darsena un gruppo di tifosi veneziani è entrato nel locale dove stavano pranzando delle famiglie veronesi , compresa una coppia che aveva portato con sè anche la figlioletta di due anni.Sono stati attimi di tensione ma nessuno si è fatto male: i tifosi veneziani hanno danneggiato suppellettili del locale e lanciando contro i tifosi del Verona anche la terra contenuta nei vasi dei fiori davanti al locale. Poi, nella zona della Pineta, il bis. Una quandicina di tifosi scaligeri elusi i controlli delle forze dell’ordine riesce invece ad entrare in contatto con la tifoseria avversaria e si scontra nei pressi della curva presidiata dai supporters veneziani ed e’ qui che vengono arrestati i 5 ultra’ scaligeri. Gli ultras hanno precedenti specifici. Nei controlli attorno all’area dello stadio di Sant’Elena, gli uomini della questura hanno anche rinvenuto occultate dietro la curva degli ospiti ben 36 spranghe di ferro. Ad averle nascoste potrebbero esser stati i tifosi del Venezia ma sono in corso anche su questo episodio accertamenti da parte della Digos.

1 commento:

Nato a Sud ha detto...

Libertà per gli Ultras....U.BR.